attualità

«Lasciate che i vostri figli giocano col fuoco, gli fa bene»: lo dicono gli esperti

di  redazione  -  11 gennaio 2019

«Lasciate che i vostri figli giocano col fuoco, gli fa bene»: lo dicono gli esperti

Secondo la VeiligheidNL, un organismo nazionale di sicurezza, i genitori dovrebbero essere incoraggiati a far giocare i bambini in maniera molto più pericolosa del normale. Secondo l’organizzatore dei Paesi Bassi, infatti, i bambini odierni sarebbero letteralmente coccolati e vivrebbero oramai in una palla di vetro dentro la quale troppe cose risulterebbero vietate, dall’arrampicarsi sugli alberi al giocare con i coltelli fino allo scatenare incendi e fare giochi con il fuoco.

L’organizzazione

Sempre secondo l’organizzazione, con un’adeguata supervisione di genitori o tutori, i bambini dovrebbero avventurarsi in giochi del genere, che prevedono azioni considerate normalmente pericolose, in quanto solo in questo modo riuscirebbero ad imparare a gestire il rischio.Tra gli esempi più palesi vi sarebbe il metodo principale per imparare a guidare la bicicletta, ossia quello di salire sulla stelline lasciarsi andare pedalando: senza arrischiarsi letteralmente, difficilmente un bambino riuscirebbe ad imparare a guidare una bici. Lo stesso ragionamento può essere fatto per il nuoto: senza un po’ di coraggio iniziale, una fase durante la quale ci si deve letteralmente lasciare andare in balia delle acque, è molto difficile imparare.

L’indipendenza

Inoltre c’è un altro argomento relativo al fatto che i bambini di oggi si muovono molto di meno rispetto a quelli di una volta: l’obesità infantile, una vera e propria piaga che caratterizza per lo più le civiltà occidentali. La leader del progetto, Judith Kuiper, dichiara che questa iniziativa ha un obiettivo più ampio: mira a ciò che viene chiamato “rischio di competenza” grazie al quale i bambini diventano più indipendenti e imparano a proteggere loro stessi.

La paura

“Se adeguatamente guidato, un bambino di cinque anni può accendere un fuoco, a volte anche un bambino di quattro anni. Si dovrebbe avvertirli che è caldo e che non si dovrebbe stare dalla parte sbagliata se c’è vento. Ma dovrebbero imparare a gestire il fuoco piuttosto che sentirsi dire: non farlo, è pericoloso!”, dichiara la Kuiper.
In molti paesi, in ogni caso, è un reato penale lasciare un bambino da solo in situazioni rischiose e i genitori stessi possono essere perseguiti se la sorveglianza non viene ritenuta sufficiente. (Cosmico)