attualità

Chiavette USB personalizzate: come diffondere il proprio brand con un regalo

di  redazione  -  9 Luglio 2019

Avete mai sentito parlare delle teorie del dottor Cialdini? Molto sinteticamente questo illustre pensatore ha rilevato come tutti gli umani attivino risposte inconsce dovute a background culturali che li rendono indistintamente irrazionali e poco lucidi quando acquistano qualcosa. Ci sono tecniche di vendita studiate e ideate proprio in base ai principi evidenziati da Cialdini e che mettono in luce il fatto per cui l’educazione sociale che riceviamo influenzi i modi in cui le aziende ci vendono i loro prodotti. Se applicata correttamente la teoria in generale non è da considerarsi una manipolazione. Lo diventa quando la strategia di vendita omette difetti, controindicazioni e informazioni importanti che ne altererebbero il contratto di acquisto.

Marketing e vendita: cosa serve per farli funzionare?

Vendere non significa necessariamente proporre qualcosa a qualcuno in cambio di denaro perché potremmo aver necessità di “vendere” metaforicamente le nostre qualità ad un futuro datore di lavoro presentandoci al meglio. In ogni caso per rimanere impressi ad una persona è necessario ricordarne il nome e coinvolgerlo in una storia che spieghi perché ciò che vendi è importante per lui e in cosa consistono i vantaggi che ne derivano. A volte far passare un messaggio simile richiede tante parole mentre altre volte è possibile comunicare il medesimo valore attraverso un oggetto comune, come un gadget.

La chiavetta USB è un gadget che comunica due volte

La chiavetta USB è un gadget il cui valore comunicativo è doppio perché oltre a poterne personalizzare l’aspetto esteriore avrete a disposizione lo spazio di archiviazione per offrire e raccontare qualcosa in più di voi ai vostri clienti. Potreste farlo se tenete corsi omaggiando gli allievi di una chiavetta contenente le slide e i consigli più utili e vedrete che quella chiavetta USB acquisirà subito un valore molto più alto di quello d’acquisto dal fornitore, perché diventerà l’occasione per un potenziale nuovo cliente. All’interno della chiavetta potete inserire qualsiasi file possa presentarvi al meglio senza eccedere e cercando di distinguervi al meglio dai competitor.

Personalizzare una chiavetta USB: da dove iniziare?

I formati di pen drive personalizzate, come quelli proposti da Duelle-Promotions, esistenti sul mercato oggi sono tantissimi. Ogni oggetto della nostra quotidianità è stato trasformato in chiavetta USB per cui sulla scelta siamo certi avrete un certo imbarazzo. Potrebbe aiutarvi il settore lavorativo in cui operate perché le forme delle chiavette USB acquistabili possono simbolicamente rievocare la vostra professione. Di chiavette ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i materiali per cui dovrete completare l’opera con una bella rifinitura grafica che ne potenzierà l’aspetto visivo ed il gioco è fatto. A simboleggiare il vostro campo di azione potrebbe essere pure la scelta di colori e materiali di fabbricazione della pen drive come quelle in cartone o quelle in legno che hanno si presentano bene e fanno davvero un bell’effetto.

Cosa non fare mai se vogliamo regalare una pen drive personalizzata

Ci sono almeno due cose da non fare mai se intendiamo regalare una chiavetta USB ai nostri clienti o collaboratori in qualità di gadget del brand. La prima è scegliere prodotti scadenti che rischiano di danneggiare i computer. Molte chiavette USB low cost sono solite spezzarsi ed i PC finiscono in riparazione per estrarre la chiave dall’ingresso USB. La seconda è quella di non adeguare stile e contesto. Dovrete infatti pensare alla qualità anche in termini di praticità di utilizzo. Come? Garantendo uno spazio di archiviazione di almeno otto giga per esser certi che si riveli davvero utile a chi la utilizzerà. Una buona chiavetta capiente è un omaggio sempre gradito e utile per cui potete star certi che il vostro messaggio circolerà forte e chiaro.